Workshop Residenziale di Gubbio 2018 della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale Integrata HUMANITAS di Roma – Primo Biennio

DATE
28, 29 e 30 Giugno (ore 9,00-18,00)

WORKSHOP 1
ATTEGGIAMENTI PATOGENI VERSO GLI ALTRI E NEI
CONFRONTI DEL PROPRIO MONDO INTERIORE:
LA MINDFULNESS E LA FUNCTIONAL ANALYTIC
PSYCHOTERAPY (FAP) IN AZIONE

La Scuola di Specializzazione in Psicoterapia HUMANITAS organizza il tradizionaleworkshop annuale presso la sede LUMSA di Gubbio.
L’incontro residenziale di quest’anno affronterà un tema di particolare interesse teoricooperativo: gli atteggiamenti disfunzionali verso gli altri e verso il proprio mondo psicologico(emozioni, pensieri, immagini, impulsi, sensazioni). I disturbi morbosi (es.: ansia sociale, DOC, depressione, ecc.) come anche quelli di personalità, sono spesso caratterizzati da “evitamento esperienziale” (Hayes et al, 1996) soverchio e dal rifiuto di eventualità avversive (es.: emozioni dolorose, umiliazioni, colpe e rimproveri, rifiuti, perdite, sconfitte, squalifiche, ecc.). Il tentativo spasmodico di allontanare da sé emozioni sgradevoli ed intense come anche le esperienze interpersonali penose (es.: perdite relazionali o rifiuti, raggiri, ecc.) è in grado potenzialmente di esasperare la probabilità che tali contingenze si verifichino e vengano esperite. Il soggetto, infatti, spesso rimane prigioniero in un circolo vizioso dievitamento, attenzione selettiva, condotte di elusione soverchie delle eventualità temute che ha l’effetto di esasperare le emozioni gravose che il soggetto non vorrebbe
sperimentare (si pensi al concetto di “problema secondario” come, ad esempio, la paura della paura) e/o di provocare negli altri proprio le reazioni temute in una sorta di profezia che si auto-determina (si consideri ad esempio il caso del paziente borderline che, neltentativo di evitare un abbandono, può divenire controllante/manipolativo e, proprio in virtù di tale atteggiamento, può esasperare la persona amata, fino allo sfinimento ed alla rottura definitiva del rapporto). A tale proposito, la Mindfulness può aiutare il paziente ad assumere un atteggiamento di
maggiore disponibilità verso le proprie esperienze interiori aiutandolo ad esplorarle, sperimentarle, comprenderle, accettarle ma senza farsi necessariamente “spingere” e “governare” in modo reattivo da esse (es.: impulsi, paure, desideri, rabbia, ecc.), interrompendo conseguentemente i circoli viziosi di esasperazione della sofferenza psichica innescati dall’evitamento esperienziale e dall’impulsività, sostenendo nel contempo la persona nell’orientarsi maggiormente sui propri valori identitari ed esistenziali. La FAP, dal canto suo, attualizzando e sollecitando gli atteggiamenti interpersonali problematici del paziente all’interno della relazione terapeutica, è in grado di affrontarli nel qui ed ora del rapporto paziente-psicoterapeuta, incidendo, in termini di
portata del cambiamento, alla pari di altre esperienze sostanziali di natura interpersonale che il paziente ha sperimentato con altre persone significative nel corso della sua storia e che sono state in grado di innescare e stabilizzare le attitudini interpersonali problematiche in oggetto.

PROGRAMMA

Giovedì 28 giugno

Ore 9.00-09.30:
Saluti della Presidentessa del Consorzio Humanitas, Prof.ssa Carmela Di Agresti
Apertura dei lavori da parte della Direzione della Scuola e del Consorzio Humanitas

Ore 09.30-13.00:
L’uso strategico della relazione terapeutica nella CBT: la FAP (Functional Analytic Psychotherapy)

Ore 13.00-14.00
Pausa pranzo

Ore 14.00-18.00
L’uso strategico della relazione terapeutica nella CBT: la Functional AnalyticPsychotherapy (FAP) Relatore: Dott.ssa KATIA MANDUCHI, Psicologo Clinico e Psicoterapeuta CBT di Terza Generazione; Esperto e Formato in ACT (Acceptance and Commitment Therapy), FAP (Functional Analytic Psiychotherapy) e tecniche di Mindfulness; Vice-Presidente FAP Italia.

Venerdì 29 giugno

Ore 09.30-13.00
L’uso strategico della relazione terapeutica nella CBT: la Functional Analytic Psychotherapy (FAP)

Ore 13.00-14.00
Pausa pranzo

Ore 14.00-18.00
L’uso strategico della relazione terapeutica nella CBT: la Functional AnalyticPsychotherapy (FAP) Relatore: Dott.ssa KATIA MANDUCHI, Psicologo Clinico e Psicoterapeuta CBT di Terza Generazione;
Esperto e Formato in ACT (Acceptance and Commitment Therapy), FAP (Functional AnalyticPsiychotherapy) e tecniche di Mindfulness; Vice-Presidente FAP Italia.

Sabato 30 giugno

Ore 9.00-13.00
La Mindfulness nella gestione del distress emozionale e del rapporto con il propriomondo interiore (previsioni, pensieri, impulsi, emozioni)

Ore 13.00-14.00
Pausa pranzo

Ore 14.00-18.00
La Mindfulness nella gestione del distress emozionale e del rapporto con il proprio mondo interiore (previsioni, pensieri, impulsi, emozioni)
Relatore: Dott.ssa TIZIANA PASSARELLA, Psicologa-Psicoterapeuta CBT; Specialista Protocolli Mindfulness del Centro di Terapia Metacognitivo-Interpersonale (TMI) di Roma; Formatrice MBCT (Mindfulness-Based Cognitive Therapy) e MBSR (Mindfulness-Based Stress Reduction)

Partecipazione
Per gli Specializzandi della Scuola di Psicoterapia Humanitas la partecipazione al workshop è
gratuita.
Per eventuali altri partecipanti è prevista una quota di Euro 200.
Il pagamento va effettuato tramite versamento o bonifico bancario intestato a:
Consorzio FORTUNE
Banca Popolare di Puglia e Basilicata – Filiale di Roma
IBAN IT43K0538503200000000001433
Causale Versamento: Workshop residenziale di Gubbio 28-30 giugno 2018

SCUOLA PSICOTERAPIA HUMANITAS
Presidenza: Prof.ssa Carmela Di Agresti
Direzione: Prof.ssa Lisa Arduino, Prof. Giuseppe Ruggeri
Coordinatore Amministrativo: dott. Antonio Attianese
Coordinatore della Didattica: Dott. Rosario Capo
Coordinatrice degli Allievi: Dott.ssa Elda Andriola
Coordinatrice Attività Cliniche Allievi: Dott.ssa Maria Angela Geraci