COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA – CAA

I seminari del secondo livello sono rivolti a chi ha già una formazione di primo livello o affine (da valutare caso per caso) in CAA.

A chi si rivolge: Medici, Psicologi, Logopedisti, Fisioterapisti, Terapisti della Neuro e psicomotricità dell’Età Evolutiva, Terapisti Occupazionali, Educatori Professionali, Infermieri, Insegnanti, Operatori per l’Assistenza Educativa Culturale.

L’attività didattica sarà svolta attraverso lezioni frontali, presentazioni e discussione di casi clinici, visione di filmati ed esercitazioni pratiche.

Modulo 4) Laboratorio (simboli e ausili) (16-17/09/2017 ore 9-13/14-18)

L’inserimento dei simboli, la loro organizzazione e la tipologia di supporto rappresentano tre dei principali criteri da considerare nella creazione e la proposta di soluzioni simboliche per la comunicazione. All’interno del modulo verranno analizzati i set e i sistemi di simboli più comuni e la loro possibile applicazione.

Si prevede la proposta di attività laboratoriali con la visione e l’analisi di alcuni casi clinici associati ad esercitazioni pratiche in piccoli gruppi.

Prima giornata (SABATO 16/09/2017)

  • 9-11 Software per la CAA – Corradi
  • 11-11,15 pausa
  • 11,15-13 Esempi pratici: Boardmaker e AraWord – Corradi
  • 13-14 pranzo
  • 14-15 Cenni teorici sulle principali strategie di CAA a supporto dei bisogni comunicativi complessi – Cavolo
  • 15-16 Laboratorio casi clinici – Cavolo
  • 16-16,15 pausa
  • 16,15 – 17,15 Laboratorio pratico sul simbolo concreto e fotografico – Cavolo
  • 17,15 – 18 Discussione – Cavolo

Seconda giornata (DOMENICA 17/09/2017)

  • 9-11 Primo laboratorio pratico sul simbolo iconico – Cavolo
  • 11-11,15 pausa
  • 11,15-12,15 Primo laboratorio pratico sul simbolo iconico – Cavolo
  • 12,15–13 Discussione – Cavolo
  • 13-14 pranzo
  • 14-16 Secondo laboratorio pratico sul simbolo iconico – Cavolo
  • 16–16,15 pausa
  • 16,15-17,15 Laboratorio casi clinici – Cavolo
  • 17,15–18 Discussione – Cavolo

Modulo 5) Literacy (07-08/10/2017 ore 9-13/14-18)

Le strategie e gli strumenti di CAA possono divenire risorse valide anche all’interno dei processi di apprendimento di letto-scrittura se inserite in contesti significativi e nel rispetto dei diversi livelli funzionali e l’analisi delle attività specifiche. Si propone un approfondimento teorico sugli elementi chiave che contraddistinguono l’analisi del bisogno nella literacy, la conoscenza degli strumenti utili e l’attuazione delle strategie di CAA per obiettivi didattici.

Si prevede la proposta di attività laboratoriali con la visione e l’analisi di alcuni casi clinici associati a esercitazioni pratiche in piccoli gruppi.

Prima giornata (SABATO 07/10/2017)

  • 9-11 Software per l’apprendimento – Corradi
  • 11-11,15 pausa
  • 11,15–13 Esempi pratici: Symwriter – Corradi
  • 13-14 pranzo
  • 14-15 Cenni teorici sui principali modelli di apprendimento, la early literacy e la didattica integrata – Cavolo
  • 15-16 Laboratorio pratico sulla early literacy – Cavolo
  • 16-16,15 pausa
  • 16,15-17,15 Laboratorio pratico sulla early literacy – Cavolo
  • 17,15–18 Discussione – Cavolo

Seconda giornata (DOMENICA 08/10/2017)

  • 9-11 I libri in simboli – Cavolo
  • 11-11,15 pausa
  • 11,15-13 Laboratorio sui libri adattati – Cavolo
  • 13-14 pranzo
  • 14-16 Laboratorio sui libri adattati – Cavolo
  • 16-16,15 pausa
  • 16,15–17,15 Laboratorio sui libri adattati – Cavolo
  • 17,15-18 Discussione – Cavolo

Modulo 6) Autismo e CAA (11-12/11/2017 ore 9-13/14-18)

L’intervento di CAA nell’ambito dei disturbi dello spettro autistico presenta caratteristiche peculiari legate al particolare quadro comunicativo che caratterizza questa tipologia di funzionamento. All’interno dell’autismo le problematiche comunicative di speech e language sono strettamente correlate fra di loro in maniera osmotica e necessitano di essere affrontate in tutti i contesti di vita della persona in relazione ai diversi piani educativi. La fragilità del quadro espressivo e recettivo, è inoltre, strettamente correlato alle problematiche comportamentali per le quali, in ottica globale, l’analisi della componente comunicativa può essere individuata come causa o essere la soluzione di tali difficoltà.

In questo modulo saranno approfondite le caratteristiche della comunicazione nell’ambito dello spettro autistico, le strategie e gli strumenti utili a supportare e ampliare le competenze espressive, recettive e pragmatiche a sostegno delle abilità adattive.

Prima giornata (SABATO 11/11/2017)

  • 9-10 caratteristiche dei disturbi dello spettro autistico – Amantis
  • 10-11 la comunicazione nel bambino con disturbo dello spettro autistico – Amantis
  • 11-11,15 pausa
  • 11,15-13 la comunicazione nelle persone con disturbo dello spettro autistico – Amantis
  • 13-14 pranzo
  • 14-18 le strategie di CAA nel disturbo dello spettro autistico – Amantis
  • 16-16,15 pausa
  • 16,15-18 le strategie di CAA nel disturbo dello spettro autistico – Amantis

Seconda giornata (DOMENICA 12/11/2017)

  • 9-11 L’intervento di CAA nel disturbo dello spettro autistico – Amantis
  • 11-11,15 pausa
  • 11,15-13 L’intervento di CAA nel disturbo dello spettro autistico – Amantis
  • 13-14 pausa pranzo
  • 14-16 l’intervento di CAA nel disturbo dello spettro autistico – Amantis
  • 16-16,15 pausa
  • 16,15-18 ECM – Corradi