Corso Comunicazione Aumentativa e Alternativa – CAA – I e II livello

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Con il Patrocinio di ISAAC Italy

Iscrizioni aperte solo per il II livello

Rilascio ECM

Corso di formazione in Comunicazione Aumentativa e Alternativa – CAA

1° livello: Marzo – Maggio 2018 2° livello: date da definire

I primi 3 seminari costituiscono un percorso obbligatorio di primo livello per accedere ai 3 seminari di secondo livello. Chi ha già una formazione di primo livello in CAA può invece essere ammesso direttamente agli eventi del secondo livello, previa valutazione del percorso formativo effettuato.

A chi si rivolge: Medici, Psicologi, Logopedisti, Fisioterapisti, Terapisti della Neuro e psicomotricità dell’Età Evolutiva, Terapisti Occupazionali, Educatori Professionali, Infermieri, Insegnanti, Operatori per l’Assistenza Educativa Culturale.

L’attività didattica sarà svolta attraverso lezioni frontali, presentazioni e discussione di casi clinici, visione di filmati ed esercitazioni pratiche.

 

 

Primo Livello

 

1) La comunicazione e la CAA (09-10/03/2018 e 27/04/2018)

Descrivere ed analizzare il concetto di comunicazione significa inoltrarsi all’interno di un percorso vasto ed eterogeneo che si sviluppa attraverso numerose modalità non costantemente e strettamente legate all’uso del linguaggio verbale.

Tali aspetti verranno affrontati in modo da offrire una riflessione aperta  su  ciò  che accade nelle persone con bisogni comunicativi complessi (BCC), sulla specificità dei livelli funzionali globali e sull’analisi  dei fattori ambientali. La  somma  dei   vari   elementi permette di strutturare un percorso di CAA che sulla linea  del  modello  di partecipazione di Beukelman e Mirenda guida le diverse figure secondo il proprio  ruolo nell’evoluzione del progetto dall’assessment all’intervento.

Si prevede la proposta di attività laboratoriali con la visione e l’analisi di alcuni casi clinici.

 

Prima giornata (venerdì 9-13/14-17) – 09 marzo 2018

  • Introduzione al corso 9-10 (Corradi)
  • L’ausilioteca 10-11 (Corradi)
  • Break 11-11,15
  • Lo sviluppo neurolinguistico 11,15-13 (Amantis)
  • Pausa pranzo 13-14
  • Le funzioni visuo percettive in relazione alla CAA 14-16 (Amantis)
  • Discussione 16-17 (Amantis)

Seconda giornata (sabato 9-13/14-17) – 10 marzo 2018

  • La pragmatica della comunicazione 9-11 (Cavolo)
  • Break 11-11,15
  • Principi della CAA (storia e inquadramento) 11,15 -13 (Cavolo)
  • Pranzo 13-14
  • Il modello di partecipazione 14-16 (Cavolo)
  • Discussione 16-17 (Cavolo)

Terza giornata (venerdì 9-13) 27 aprile 2018

  • Gli ausili in CAA 9-11 (Corradi)
  • Break 11-11,15
  • L’assessment (dall’analisi dei bisogni al follow up) 11,15-13 (Amantis)

 

2) Intervento e strategie a supporto della comunicazione e partecipazione dei comunicatori iniziali (27-28/04/2018)

Per lungo tempo i comunicatori iniziali sono stati la categoria di persone con BCC considerati non “idonei” per un intervento di CAA. L’abbandono del modello della candidatura e l’avvento del modello di partecipazione, ha evidenziato, invece la valenza di un intervento di CAA anche sui bambini pre-simbolici o con iniziali competenze simboliche come sostegno per maturare, ampliare e stabilizzare le abilità alla base della competenza comunicativa in un’ottica più globale di supporto all’acquisizione di competenze (cognitivo, relazionale, emotivo) fondamentali per lo sviluppo del bambino e per la sua autonomia.

In questo modulo sarà quindi descritto il quadro funzionale dei comunicatori iniziali e approfondite le modalità di intervento nell’ambito della Early Communication con particolare attenzione agli strumenti e le strategie utilizzate e gli obiettivi previsti.

 

Prima giornata (venerdì 14-18) – 27 aprile 2018

  • Il modello di partecipazione e i comunicatori iniziali 14 – 16 (Amantis)
  • I facilitatori 16-18 (Amantis)

Seconda giornata (sabato 9-13/14-18) 28 aprile 2018

  • Intervento di early communication 9-11 (Amantis)
  • Break 11-11,15
  • Intervento di early communication 11,15-13 (Amantis)
  • Pranzo 13-14
  • Intervento di early communication 14-16 (Amantis)
  • Introduzione alla comunicazione simbolica 16-18 (Amantis)

 

 

 

 

3) Sviluppo linguistico e sociale e CAA (18-19/05/2018)

In un progetto di CAA è fondamentale da parte del team individuare le strategie, gli strumenti e gli ausili più adatti per la persona con BCC per promuovere la sua autonomia comunicativa. Altrettanto fondamentale è però guidare e supportare il bambino a utilizzarli in maniera competente come risorsa per l’acquisizione di una reale competenza comunicativa. In questa sessione saranno descritte le modalità di acquisizione delle varie componenti del linguaggio nelle persone con BCC e le abilità richieste per un uso funzionale delle strategie e degli ausili di CAA. Saranno inoltre illustrate le modalità di introduzione del simbolo e fornita una panoramica generale dei vari set e sistemi di simboli. Nella parte conclusiva del modulo sarà fatta un’introduzione alle modalità di intervento sulla letto-scrittura.

 

Prima giornata (venerdì 9-13/14-18) – 18 maggio 2018

  • L o sviluppo della comunicazione nella persona con bisogni comunicativi
  • Complessi (BCC) – 9-11 (Amantis)
  • · Break 11-11,15
  • Lo sviluppo della comunicazione nella persona con bisogni comunicativi
  • Complessi (BCC) – 11,15-13 (Amantis)
  • Pranzo 13-14
  • Intervento a supporto dello sviluppo e apprendimento del linguaggio 14-16 (Cavolo)
  • Strumenti per l’intervento a supporto dello sviluppo e apprendimento del linguaggio 16-18 (Cavolo)

Seconda giornata (sabato 9-13/14-16) 19 maggio 2018

  • Strategie d’intervento 9-11 (Cavolo)
  • Break 11-11,15

Intervento sulla letto-scrittura per persone BCC 11,15-13 (Cavolo)

  • Pranzo 13-14
  • Questionario di apprendimento per ECM 14-16 (Corradi)

 

 

 

 

Secondo Livello

 

  • Laboratori (simboli e ausili)

L’inserimento dei simboli, la loro organizzazione e la tipologia di supporto rappresentano tre dei principali criteri da considerare nella creazione e la proposta di soluzioni simboliche per la comunicazione. All’interno del modulo verranno analizzati i set e i sistemi di simboli più comuni e la loro possibile applicazione.

Si prevede la proposta di attività laboratoriali con la visione e l’analisi di alcuni casi clinici associati ad esercitazioni pratiche in piccoli gruppi.

 

 

 

5)   Literacy

Le strategie e gli strumenti di CAA possono divenire risorse valide anche all’interno dei processi di apprendimento di letto-scrittura se inserite in contesti significativi e nel rispetto dei diversi livelli funzionali e l’analisi delle attività specifiche. Si propone un approfondimento teorico sugli elementi chiave che contraddistinguono l’analisi del bisogno nella literacy, la conoscenza degli strumenti utili e l’attuazione delle strategie di CAA per obiettivi didattici.

Si prevede la proposta di attività laboratoriali con la visione e l’analisi di alcuni casi clinici associati a esercitazioni pratiche in piccoli gruppi.

 

 

6)  Autismo e CAA

L’intervento di CAA nell’ambito dei disturbi dello spettro autistico presenta caratteristiche peculiari legate al particolare quadro comunicativo che caratterizza questa tipologia di funzionamento. All’interno dell’autismo le problematiche comunicative di speach e language sono strettamente correlate fra di loro in maniera osmotica e necessitano di essere affrontate in tutti i contesti di vita della persona in relazione ai diversi piani educativi. La fragilità del quadro espressivo e recettivo, è inoltre, strettamente correlato alle problematiche comportamentali per le quali, in ottica globale, l’analisi della componente comunicativa può essere individuata come causa o essere la soluzione di tali difficoltà. In questo modulo saranno approfondite le caratteristiche della comunicazione nell’ambito dello spettro autistico, le strategie e gli strumenti utili a supportare e ampliare le competenze espressive, recettive e pragmatiche a sostegno delle abilità adattive.

 

 

 

DIRETTORE SCIENTIFICO E DIDATTICO: Dott. Corradi Fabrizio – Psicotecnologo – Esperto nell’abbinamento di tecnologie assistive  (ausili tecnologici)  per la comunicazione e l’apprendimento – Equipe Ausilioteca, Istituto Leonarda Vaccari di Roma – Professore a contratto presso la LUMSA.

Docenti

Dott.ssa Amantis Raffaela – Terapista della neuro e psicomotricità – Esperta in CAA – Equipe Ausilioteca, Istituto Leonarda Vaccari di Roma.

Dott.ssa Cavolo Rossella – Terapista della neuro e psicomotricità – Esperta in CAA – Equipe Ausilioteca, Istituto Leonarda Vaccari di Roma.

Dott. Corradi Fabrizio – Psicotecnologo – Esperto nell’abbinamento di tecnologie assistive (ausili tecnologici) per la comunicazione e l’apprendimento – Equipe Ausilioteca, Istituto Leonarda Vaccari di Roma.

Destinatari

Medici, Psicologi, Logopedisti, Fisioterapisti, Terapisti della Neuro e psicomotricità dell’Età Evolutiva, Terapisti Occupazionali, Educatori Professionali, Infermieri, Insegnanti, Operatori per l’Assistenza Educativa Culturale.

Il primo livello costituisce un percorso obbligatorio per accedere alle giornate di secondo livello. Chi ha già una formazione in CAA può invece essere ammesso direttamente agli eventi del secondo livello previo colloquio di orientamento.

Numero minimo di partecipanti: 20 – In caso di non attivazione del corso la quota della prima rata verrà restituita subito dopo la data di chiusura delle iscrizioni.

 

Numero massimo di partecipanti: 25 – In caso di superamento del numero massimo di posti disponibili, la scelta si baserà sull’ordine di arrivo delle domande di iscrizione.

 

Scadenza Iscrizione

I livello – I e II livello

28/02/2018 (per chi fa richiesta di ECM) 04/03/2018 (per chi non fa richiesta di ECM) Solo II livello

31/07/2018 (per chi fa richiesta di ECM) 10/09/2018 (per chi non fa richiesta di ECM)

 

Durata del corso

Primo livello 43 ore; Secondo livello ore da confermare.

 

Attestati ed ECM

Al termine del corso, al candidato che avrà frequentato almeno l‟80% delle lezioni teoriche e pratiche, verrà consegnato l‟attestato di partecipazione al “CORSO DI FORMAZIONE IN COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA (CAA)” rilasciato dal Consorzio Universitario Humanitas.

Il Corso è in fase di accreditamento ECM per tutte le professioni a cui è destinato. Il numero di crediti e i moduli accreditati verranno comunicati dalla segreteria del Consorzio Universitario Humanitas.

Quota di iscrizione e modalità di pagamento

Iscrizione al pacchetto I e II Livello

Con ECM: 700,00 Euro (esente IVA) – l’importo è pagabile in 2 rate: la prima rata di 350,00 Euro al momento dell‟iscrizione, la seconda di 350,00 Euro entro il termine del corso.

Senza ECM: 600,00 Euro (esente IVA) – l’importo è pagabile in 2 rate: la prima rata di 300,00 Euro al momento dell‟iscrizione, la seconda di 300,00 Euro entro il termine del corso.

 

Iscrizione solo I o solo II livello:

Con ECM: 375,00 Euro (esente IVA) al momento dell‟iscrizione Senza ECM: 325,00 Euro (esente IVA) al momento dell‟iscrizione

In caso di rinuncia lo studente è tenuto a pagare l‟intero ammontare della quota.

 

Il pagamento delle rate va effettuato tramite bonifico bancario intestato a: Consorzio Universitario Humanitas

IBAN: IT46 B053 8503 2000 0000 0002 186

presso la Banca Popolare di Puglia e Basilicata – Filiale di Roma Riportare sulla causale di versamento:

Cognome e Nome allievo; Corso di Formazione in CAA livello …..- Anno 2018 – Rata …. –

 

 

Per maggiori informazioni e per le iscrizioni:

Via della Conciliazione, 22 – 00193 Roma – tel. 06 3224818 – Fax 06 32506955 – email: segreteria@consorziohumanitas.comwww.consorziohumanitas.com

oppure inviare il modulo di iscrizione allegato.