fbpx

PARLIAMO L’EUROPA Premio per la Scuola 2019/2020

Non stupitevi dell’errore di grammatica. Lo sappiamo bene che “parlare” è un vero transitivo solo in relazione a una lingua: parliamo l’italiano, parliamo l’inglese…

Il progetto “Parliamo l’Europa” vuole sfidare le grammatiche e le resistenze culturali delle singole nazioni del vecchio continente e invitare i giovani europei a confrontarsi sulla nostra storia comune.

L’Associazione Hermes Centro Studi Europeo ha quindi bandito la Prima edizione del Premio “PARLIAMO L’EUROPA” invitando Dirigenti scolastici e Professori a far esercitare gli alunni sulla storia e sulla cultura europee attraverso il “gioco” delle interviste, immaginarie e reali.

L’obiettivo del concorso è quello di:
– Incrementare la mentalità europea dei giovani al di sotto dei vent’anni;
– Ampliare la loro conoscenza della storia dell’Europa;
– Implementare la loro coscienza politica europea e il loro coinvolgimento nei grandi temi di attualità;
– Sensibilizzarli all’incontro con altre culture e all’ascolto reciproco;
– Riaddestrarli al dialogo di tipo socratico, alla dialettica, elemento fondamentale e purtroppo smarrito alla base della cultura occidentale.

Il premio è suddiviso in due categorie:
Categoria Teatrale: Le “Interviste impossibili ai grandi Maestri dell’Europa”
Categoria Giornalistica: Le “Interviste impossibili a esponenti dell’Europa di oggi”
La prima categoria – Teatrale – intende valorizzare i migliori scritti realizzati sotto forma di un testo teatrale in cui si espone con domande e risposte un dialogo immaginario con un grande rappresentante dell’Europa del passato, di qualsiasi epoca storica ed in qualsiasi ambito (politico, artistico, musicale, letterario, etc). La conversazione deve presentare un ritratto documentato e verosimile del personaggio in questione (incoraggiando così lo studio della storia), evidenziando
il suo contributo all’identità complessiva dell’Europa in un confronto totalmente libero tra e poche lontane, tra il passato e il presente e di conseguenza tra idee e sensibilità diverse.
La seconda – Giornalistica – intende valorizzare i migliori elaborati sotto forma di redazione di testi giornalistici in cui il partecipante scrive solo la scaletta di un’intervista (cioè le domande) da rivolgere a vari rappresentanti delle istituzioni europee di oggi. Le domande devono essere preparate sulla base di una documentazione capillare sui problemi dell’Europa di oggi, attraverso la lettura dei giornali, la conoscenza delle questioni politiche, sociali, amministrative, economiche, monetarie e altro.

Lettera ai Professori

Bando e regolamento

Domanda di partecipazione