fbpx

Individuazione precoce bisogni educativi speciali (i-BES)

Corso di Formazione FAD Asincrona
E’ possibile pagare con la Carta del Docente

L’individuazione precoce dei Bisogni Educativi Speciali deve essere svolta in sinergia con le comunità educanti (genitori, Insegnanti) ed i Servizi Territoriali pubblici e privati. Il Corso di Formazione, focalizzandosi sul concetto di prevenzione primaria da contrapporre al rischio di cronicizzazione della difficoltà, permetterà di acquisire conoscenze teorico-pratiche per il riconoscimento di ogni situazione che, in assenza di un inquadramento clinico, motivi ed accompagni il percorso di riconoscimento del bisogno per l’attuazione sia di strategie didattiche inclusive sia di strategie di gestione del comportamento.

Il Corso di Formazione permetterà di conoscere il Progetto Specialistico “i-BES” che Consorzio Futura e Associazione Parresìa realizzano per il settimo anno consecutivo negli Istituti Comprensivi – Scuole dell’Infanzia attraverso interventi territoriali di diagnosi precoci, interventi multidisciplinari, sostegno alle famiglie, formazione della comunità educante, ricerca e divulgazione scientifica per favorire l’inclusione ed il benessere scolastico.

L’ambito di intervento del Progetto “i-BES” è rappresentato dai “Bisogni Educativi Speciali” (BES), riconosciuti dopo l’emanazione della Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012 “Strumenti di intervento per alunni con Bisogni Educativi Speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica”. La Direttiva ne precisa succintamente il significato: “L’area dello svantaggio scolastico è molto più ampia di quella riferibile esplicitamente alla presenza di deficit. In ogni classe ci sono alunni che presentano una richiesta di speciale attenzione per una varietà di ragioni: svantaggio sociale e culturale, disturbi specifici di apprendimento e/o disturbi evolutivi specifici, difficoltà derivanti dalla non conoscenza della cultura e della lingua italiana perché appartenenti a culture diverse”. L’utilizzo dell’acronimo BES sta quindi ad indicare una vasta area di alunni per i quali il principio della personalizzazione dell’insegnamento, sancito dalla Legge 53/2003, va applicato con particolari accentuazioni in quanto a peculiarità, intensività e durata per i più svariati motivi biologici, sociali o ambientali: differenze culturali, linguistiche, svantaggio sociale, disturbi specifici dell’apprendimento, disturbi del neurosviluppo. I BES sono individuati in:

  • disabilità e deficit motori-cognitivi (funzionamento intellettivo limite, disturbi della coordinazione motoria, della comunicazione, dello spettro autistico, del comportamento, deficit di attenzione ed iperattività);
  • disturbi specifici dell’apprendimento (DSA), dove non c’è quindi una disabilità ma la necessità di una azione educativa mirata;
  • difficoltà legate a fattori culturali, come per esempio la difficoltà di apprendimento in lingua italiana in ragazzi di altra madrelingua.

Questo complesso di disturbi, recentemente, ha assunto ulteriore rilevanza per l’incremento delle diagnosi tardive, per le richieste di trattamento ri-abilitativo delle difficoltà ormai cronicizzate, per il non corrispondente aumento della capacità di fornire risposte adeguate alle esigenze dei singoli pazienti e delle loro famiglie. La mancanza di risorse e l’inadeguatezza degli strumenti disponibili di fronte all’incremento della domanda di cura ha reso questa un’area di bisogno non soddisfatta o comunque priva di risposte adeguate.

Modalità: FAD asincrona

Durata: 20 ore

Costo: € 250,00

DOCENTI

Dott. Danilo Fusco
Dott.ssa Barbara Gentile

MODULO 1: LO SCREENING “I-BES”
L’importanza dell’individuazione precoce dei BES
Il campione sperimentale: Istituti Scolastici, alunni, famiglie e comunità educante
Materiali e metodi del Protocollo “i-BES”

MODULO 2: LO PSICOLOGO A SCUOLA
Il ruolo dello Psicologo a Scuola
Lo Psicologo nella relazione con l’Alunno
Lo Psicologo nella relazione con i Genitori
Lo Psicologo nella relazione con gli Insegnanti
Prospettive future del Servizio di Psicologia Scolastica

MODULO 3: LA GESTIONE COMPORTAMENTALE E RELAZIONALE DELLA CLASSE
Normativa e inclusione: ambiente, emozioni e apprendimento
Disturbi dello sviluppo e funzionamento cognitivo: i pre-requisiti agli apprendimenti scolastici e disturbi d’ansia
Disturbi dello sviluppo e funzionamento cognitivo: ADHD, DOP, disturbi dell’umore
Sistemi Motivazionali e l’interazione in classe tra alunni ed Insegnanti
L’Analisi Funzionale per la gestione del comportamento in classe
La “Grammatica” della relazione: la relazione come luogo privilegiato per la costruzione del Sé
Comprendere i bisogni di sicurezza dell’alunno: attaccamento, accudimento, esplorazione
“Essere-con” i bisogni dell’alunno: sviluppare la capacità di organizzare le emozioni
“Essere-senza”: quando la relazione in classe si complica

STRUTTURA
Evento online in modalità asincrona

DESTINATARI
Educatori, insegnanti, genitori

COSTI
€ 250,00

Il costo dovrà essere corrisposto in un’unica soluzione mediante bonifico bancario intestato a Consorzio Fortune IT43K0538503200000000001433 nella causale inserire Cognome Nome e titolo corso.

Se pagate con Carta del docente (codice esercente 3MQQK) vi preghiamo di inviarci copia del voucher – formazione e aggiornamento per Ente Accreditato- in modo che possa poi essere validato.

 

MODALITÀ DI ISCRIZIONE
Per iscriversi seguire la procedura online disponibile dal pulsante “iscriviti ora” allegando copia del pagamento

Per informazioni e iscrizioni
Consorzio Fortune
Via della Conciliazione 22 – 00193 Roma
Tel. 06.3224818 06-45683230
Email: formazione@consorziofortune.com